Smart working: strumenti, spazi e tecnologie necessarie



In questi giorni uno degli argomenti più discussi è lo Smart Working. Ma che cosa si intende? Quali sono gli strumenti necessari perché “il lavoro da casa” sia produttivo ed efficace? Quali sono i vantaggi per le aziende e i lavoratori?

Lo Smart Working è un approccio innovativo all’organizzazione del lavoro dove i punti principali sono flessibilità e autonomia sia per spazi e orari che per gli strumenti di lavoro utilizzati.
Un concetto noto e sempre più diffuso anche in Italia, che si allontana dalla nozione di telelavoro per avvicinarsi all’Industria 4.0.
La strada però è ancora lunga. Secondo l'Osservatorio sullo Smart Working del Politecnico di Milano, il 58% delle aziende italiane ha adottato formalmente il modello e il 7% ha avviato iniziative informali (dati aggiornati 2019).

Che cosa si intende per Smart Working?

  • Il lavoro quotidiano non si svolge più dalla propria scrivania in ufficio ma da casa o da qualsiasi altro luogo scelto. La mobilità diventa un punto focale. Questo è il passo in avanti che si è fatto per uscire dal concetto di telelavoro ed entrare in quello di Smart Working.
  • Le tecnologie adottate per svolgere il lavoro sono sul proprio dispositivo o in Cloud.
L’ Accessibilità è il nuovo modello organizzativo, cioè la possibilità di accedere ai programmi di lavoro e ai dati aziendali.

I 3 pilastri dello Smart Working

Smart People: per apportare il cambiamento è fondamentale il fattore culturale: flessibilità e responsabilità sono indispensabili. Il rapporto tra colleghi e responsabile cambia, così come il modello di business che valuterà solo il risultato e il raggiungimento degli obiettivi fissati.

Smart Place: La casa diventa il luogo per svolgere l’attività quotidiana, solo se dotata delle giuste tecnologie. L’ufficio inteso come sede di lavoro deve sempre rimanere il luogo per incontri e riunioni.

Smart Tech: In questo nuovo approccio diventa molto importante la sincronizzazione e la condivisione delle informazioni. Come la possibilità di inserire una sola volta i dati, archiviare mail e comunicazioni importanti. Il tutto senza perdere mai di vista la sicurezza. Il ricorso a tecnologie “smart“ si deve tradurre in soluzioni in Cloud con facilità di utilizzo.

I Software necessari per lo Smart Working

Lo Smart Working può essere svolto solo se l’azienda mette a disposizione, non solo computer portatili e telefoni aziendali ma anche software in grado di favorire la comunicazione e la fluidità del lavoro tra persone ubicate in luoghi differenti. Avere gli giusti strumenti è essenziale perché il modello funzioni.
Infoware propone soluzioni gestionali, ERP, CRM e DMS che permettono allo Smart Working di essere applicato e di funzionare. Offriamo Software, compatibili con tutti i sistemi operativi e in Cloud, capaci di far condividere idee, documenti, file e più in generale tutte le informazioni tra i vari componenti del Team. Il tutto sempre strizzando l’occhio alla user experience.

Smart Working: un esempio di Software offerto da Infoware

Tra la vasta gamma di prodotti offerti da Infoware spicca ELO Digital Office, una soluzione in Cloud accessibile da qualsiasi dispositivo, luogo e Sistema Operativo (Mac e Windows). Oltre alla gestione dei documenti, si possono effettuare operazioni di workflow. In questo modo vengono ridotti i tempi di gestione e le informazioni viaggiano su un unico canale. Altre funzioni basilari, offerte da ELO Digital Office, per lo Smart Working sono l’inserimento di note in un documento condiviso e i vari livelli di autorizzazioni per la visione di dati.

Attrezzarsi per lo smart working in tempi brevi è possibile. Ormai esistono gli strumenti e le condizioni che lo permettono. Per ricevere informazioni e/o una consulenza gratuita, per non farvi cogliere impreparati contattateci saremo lieti di esporvi tutte le nostre soluzioni legate al mondo dello Smart Working.